NISSAN LEAF TEST DRIVE: L’ANALISTA FINANZIARIO

L’analista finanziario non credeva che la Leaf fosse così spaziosa dentro e non pensava neppure che un’auto elettrica potesse avere questa accelerazione. Comfort e silenziosità ottimi.

Annunci

NISSAN LEAF TEST DRIVE: IL PENSIONATO

Abituato ad un’auto a GPL, acquistata per evitare i blocchi del traffico, è rimasto impressionato dall’accelerazione, dalla silenziosità di bordo, dalla comodità, dall’occhio di riguardo per l’ambiente della Nissan Leaf.

SE NON SARETE COME BAMBINI…

Quando ero bambino “disegnavo” auto. O meglio ne tracciavo dei profili molto sommari. Disegnavo un parabrezza e un’abitacolo bombato, per penetrare meglio l’aria, e poi una coda per migliorare l’aerodinamica. O almeno ci provavo. O almeno davo sfogo alla mia immaginazione. Tanto ero solo un bambino. Nessuno mi giudicava. Poi costruivo auto con i Lego, divertendomi a plasmarle pezzo dopo pezzo. A volte andavo in qualche sfasciacarrozze e mi sembrava di essere in un cimitero percependo un’atmosfera di desolazione e di morte. Delle auto ero colpito dal muso, che immaginavo attribuisse all’auto una personalità specifica tanto da farla sembrare una persona. E poi giocavo con quelle telecomandate e le macchinine. Recentemente ho trovato in giardino questa macchinina e vorrei dire al bambino che ne era il proprietario, che sia mio nipote o no, che ne avrò cura come quando ero bambino.

img_8632

NISSAN LEAF TEST DRIVE: L’ESCAVATORISTA BERGAMASCO

Quando guido la Leaf mi sento un po’ Doc che porta il Marty McFly di turno nella mobilità del futuro: questo in particolare è stato il più monello (e sì che facevamo i chierichetti insieme): interessato ad un utilizzo “per stradelle”, a rimappare la centralina per imbizzarrire di più gli elettroni,  con l’ansia da ricarica, è comunque stato impressionato dall’erogazione di potenza e dal silenzio di bordo. Tanto per cambiare.

COMMENTO POSITIVO

Break!

Pensavo di ricevere quintali di pomodori e immaginavo orde di haterz scatenarsi per questa mia nuova avventura di “automotive influencer” invece arriva, dopo un numero decente di visualizzazioni sui social un primo commento positivo da Giacomo Esposito di Motork

Grande Giuseppe ! Mi piacciono molto i video, piccolo feedback , fatti vedere anche tu nel video, interagisci di più con l’ospite. Sara’ ancora più interessante.

This makes me blush!

Grazie Giacomo, non ho fatto nulla di che, cercherò di seguire il tuo autorevole consiglio rispondo a te e a tutti.

Sono timido e goffo davanti a una videocamera, preferisco e mi diverto di più per adesso a fare il “regista”, il video-maker, il Boncompagni, il Beppe Grillo e mettere davanti alla cam persone autentiche.

NISSAN LEAF TEST DRIVE: DON GIULIO DELLAVITE

Don Giulio Dellavite è salito per la prima volta su un’auto elettrica: è rimasto sorprendentemente colpito dallo scatto e dal comfort di bordo: ha poi disquisito di religione e protezione dell’ambiente, successivamente di che rapporto dovremmo avere con le auto. 

don giulio dellavite